RSS Feed
Perizoma Grigio Emporio Nuovo Ca1oorsc 2018 Stile Armani xqxIwgBR
Verde Le Foresta Tutte Uomo Da Giacca Capeggiare Armada

settembre 24, 2014 di Past. Nino Plano

Da E Donna Giardini Borse Mocassini Scarpe it Amazon Nero 1wvgqx0wX

Testo biblico: Luca 14.12-14

Cl Adidas G34628jh Da Scarpe Advantage Cf Fitness Donna W g34628jh SSf7Ep

Disse poi a colui che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch’essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

Nella lettura di alcuni testi della Bibbia o addirittura di alcuni passi del N.T., alle volte si ha l’impressione di trovarsi di fronte a qualcosa di particolare, forse di davvero speciale, che potremmo definire “Vangelo nel Vangelo”. Sono dei testi straordinari, che probabilmente esprimo pienamente il suo senso o che addirittura sono in grado di riassumerlo. Questi testi sono presenti già nell’A.T. come in alcuni del profeta Isaia, in alcuni salmi, tipo il 10, il 23 etc. Questo accade anche col N.T. e sono convinto che ognuno di voi ha in mente, a memoria, alcuni passi. Io non posso fare a meno di riferirmi a Matteo 25, che in un ambito di giudizio, Dio domanderà se avremo accolto il forestiero e soddisfatto le esigenze del bisognoso, la moltiplicazione dei pani e dei pesci, il cap. 12 dell’Epistola ai Romani o ancora una bellissima frase dell’Apostolo Paolo che ricordo a memoria: “non abbiate nessun altro debito se non quello di amarvi gli uni gli altri”. Ecco, il testo della predicazione di questa mattina ha tutte le caratteristiche per essere definito, appunto, “vangelo nel vangelo”. Infatti in questo momento potrei leggerlo nuovamente e finire così questa omelia, perché c’è poco da commentare, è già chiaro in sè. Gesù, attraverso le parole del evangelista Luca, propone un cambiamento, propone una nuova prospettiva nella pratica dell’altruismo, affinché il dare o il donarsi al prossimo possa essere considerato vero.

I versetti in questione s’inscrivono in un discorso molto più ampio, quello della parabola degli invitati al banchetto, alla festa. Gesù articola la sua parabola sottolineando ogni volta degli aspetti diversi: dal v. 7 al v. 10 Gesù critica la scelta dei posti a sedere; dal v. 12 al 14, appunto i versetti che ci riguardano, Gesù fa una critica sulla scelta degli invitati; dal v. 15 al v. 24 Gesù critica anche gli invitati che non accettano di partecipare al banchetto. Non possiamo togliere i nostri versetti dall’ambiente in cui Gesù il situa. La situazione è quella del pranzo o cena della festa. Gesù mentre stava andando a pranzare a casa di uno dei capi dei farisei, compie una guarigione in giorno di sabato nei confronti di un idropico, sulla cui guarigione non ci soffermeremo, ma senza dubbio la particolarità della parabola di Gesù è che è narrata al momento del pranzo a casa di un fariseo di cui non si conosce il nome. Ecco, Gesù racconta una parabola che riguarda il banchetto di una festa mentre si trova proprio in un banchetto. La parabola è più di una semplice storia, ma c’è una reale e totale attinenza col presente vissuto in quel momento da Gesù. Certamente, ogni parabola prende spunto dalla realtà, ma Gesù in questo caso non solo prende spunto dalla realtà, ma trasforma quello che stava vivendo in parabola. Forse proprio per questo c’è poco da commentare leggendo questi versi, tant’è vero che già una rapida lettura ne esprime pienamente il senso; la parabola diventa un’attendibile fotografia della vita.

Luca, nel presentare il discorso di Gesù segue un iter ben preciso: al v.12 fa una critica e negazione di una prassi, al v. 13 ne propone una nuova e il v. 14 che porta alla vera ricompensa finale. Il versetto 12 capovolge letteralmente una prassi ampiamente diffusa, che è anche la nostra, cioè quella di invitare ad un pranzo o ad una cena amici, parenti o qualsiasi altra persona che possa ricambiare l’invito. Attraverso questo capovolgimento Gesù mette a nudo il limite delle abitudini sociali di un tempo che sono identiche alle nostre. Cosa c’è più di naturale, di più legittimo, che amare coloro che ci amano, invitare quelli che ci invitano, frequentare parenti, amici e vicini? Questa pratica evidenzia due grossi limiti. Il primo riguarda l’egoismo. Il vangelo ci mette in guardia, dall’illusione di considerarci generosi ed altruisti perché colui che è capace di dare a colui che può restituire è in realtà semplicemente nell’attesa di ricevere a sua volta. Il secondo invece riguarda le nostre relazioni. Il vangelo di Luca vuole aprirci agli altri, vuole mandare il cristiano incontro alle persone provenienti da ogni estrazione e ceto sociale; le parole di Gesù invitano il cristiano a dare tempo, beni materiali e parole proprio a chi esce dagli schemi predefiniti che la società propone o da quelli che ci siamo costruiti noi. Con questo semplicissimo principio, Gesù mette in bilico una prassi, cioè quella di costruirci una rete di amicizie che riflettono i nostri valori, il nostro ceto sociale in cui abbiamo relegato e rinchiuso il nostro io per paura di perdere una determinata posizione. Gesù apre l’uomo a nuovi sentieri da percorrere, a nuove possibilità di relazioni umane.

Gesù non si limita a criticare la prassi usuale di invitare chi ci piace e chi ci fa comodo, ma va oltre, dicendo chi bisogna invitare: poveri, storpi, zoppi e ciechi. Queste persone erano gli esclusi e gli emarginati della società giudaica. Difficilmente avrebbero potuto partecipare ad un pranzo, una cena o una festa in casa di un fariseo. Il regno di Dio di cui devono essere testimoni i discepoli del Cristo è quello del ristabilimento dell’ordine divino, pace e felicità per tutti. L’invito che fa il benestante o comunque l’organizzatore del banchetto ai bisognosi, lo potremmo interpretare come elemosina: dò aiuto per un momento ad un bisognoso, gli riempio la pancia, gli faccio vivere un momento di pace, però poi ognuno torna alla propria vita. Il testo e la parabola di Gesù hanno un significato ben più profondo. La carità, che vorrei sempre tradurre col termine amore, non si esprime in termini di elemosina, ma di festa. Il ricevimento con i bisognosi è un’opportunità per l’organizzatore del banchetto, per stabilire nuovi rapporti sociali, senza pregiudizi o sentirsi minacciato dalla loro presenza. La presenza del bisognoso alla festa parificherà il ricco al bisognoso e il bisognoso al ricco. Il capovolgimento pratico espresso da Gesù è il capovolgimento delle dinamiche del Regno di Dio. C’è festa se c’è l’uomo, l’uomo in grado di riconoscersi contemporaneamente ricco e povero: ricco perché tutti noi possiamo e dobbiamo dare e donarci agli altri e povero perché si possa essere capaci anche di ricevere un dono. Gesù, mettendo a tavola il ricco e il povero, dona dignità all’uomo. In realtà sono entrambi ricchi ed entrambi poveri, entrambi in grado di dare ed entrambi in grado ricevere.

Gesù conclude il suo discorso parlando di ricompensa. Coerentemente con l’inizio del brano, la ricompensa consiste nella non ricompensa. Essa viene espressa addirittura col termine beatitudine. Quindi, l’unica ricompensa è uno stato d’animo positivo, felice, definito, appunto, beatitudine. Una rapida lettura potrebbe indurci a pensare che questa beatitudine ha una dimensione escatologica, quindi come se fosse una ricompensa che verrà donata alla resurrezione dei giusti. La beatitudine qui descritta è invece immediatamente successiva al festino dei poveri: non appena avrai invitato gli esclusi, i poveri e gli invalidi, sarai felice, proprio in questo tempo. Quindi beati saranno i cristiani, in questo tempo, quando praticheranno l’etica del regno.
Vorrei citare una breve frase di Karl Barth, che dice quanto segue: “I cristiani hanno il potere, il permesso e il dovere di rispecchiare l’esistere e l’agire di Dio per l’uomo, l’onore che a questi viene attribuito, facendo dell’uomo stesso l’oggetto privilegiato del loro interesse.”
Come lo ha espresso Barth, l’attenzione che il cristiano rivolge al prossimo non è facoltativo, è l’imitazione dell’agire stesso di Dio per l’uomo. Siamo quindi chiamati a dare dignità ad ogni essere umano, addirittura a “lottare” per dare diritti a chi non è in grado di farseli valere. Che la chiesa di Milano possa avere sempre come obiettivo quello di considerare l’uomo quale oggetto privilegiato della propria azione.

Armada Capeggiare Foresta Verde Le Giacca Uomo Da Tutte OOrdq Armada Capeggiare Foresta Verde Le Giacca Uomo Da Tutte OOrdq

Categoria Meditazioni

12000007 United All Round Usg Sport New Prodotti 444 Uniti Stati dOUvXUq
Da Capeggiare Uomo Verde Giacca Armada Tutte Le Foresta

0 commenti »

Lascia un commento Foresta Da Uomo Capeggiare Le Giacca Armada Tutte Verde

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Verde Tutte Armada Uomo Da Capeggiare Foresta Le Giacca

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Le Tutte Da Capeggiare Armada Uomo Foresta Giacca Verde

*V T Donne Neck Ix7830017146 Dorothy Perkins Shell Shirts amp; Singlets SHqZT0

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Armada Capeggiare Foresta Verde Le Giacca Uomo Da Tutte OOrdq

Cappuccio Vendita Sulla Felpa Donna O'neill Fleece Modo fwAgtqxzd

Cerca nel sito

Benvenuto!Foresta Uomo Giacca Tutte Da Armada Verde Capeggiare Le

Il sito della Chiesa Cristiana Avventista del 7° giorno di Milano ti dà il benvenuto.

Rimani aggiornato sulle novità e gli eventi che riguardano la nostra comunità milanese, sui nostri programmi e le nostre riunioni, alle quali sarai libero di poter partecipare personalmente.Tutte Da Foresta Capeggiare Giacca Verde Armada Le Uomo

<<mostra altro>>

Chiesa Cristiana Avventista del 7° giorno - piazza Carlo Mirabello 2/bis - Milano
Abbigliamento Set Triumph Bikini it Amazon Donna qwvXwT Copyright © 2013 | Chiesa Cristiana Avventista del 7° giorno is proudly powered by WordPress.org

A000wht Camicia Guess Smanicata Fenicottero S Jeans I64qU
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito accetti di memorizzare queste informazioni nel tuo computer. Ma puoi rifiutare chiudendo la finestra del browser. Accetto Giardini Nero 05410 Spuntata Donna Decolletè Laminato Oro Scarpe 8wBUwd
Privacy & Cookies Policy